Semplificazione amministrativa e informatizzazione degli adempimenti delle Aziende per la rimozione dell’amianto nel territorio della AUSL di Viterbo

 

clicca qui per accedere

 

Un passo avanti per favorire la dismissione dei materiali contenenti amianto e per semplificare gli adempimenti previsti dalle norme è stata avviata nel territorio viterbese.

Il Laboratorio di Igiene Industriale - Centro Regionale Amianto (CRA) è da diversi anni impegnato nel supportare a livello regionale e nazionale il controllo sul processo di dismissione dall’amianto, anche mettendo a punto strumenti informatici che, nell'ottica della semplificazione amministrativa e della modernizzazione della Pubblica Amministrazione, permettano la facilitazione degli adempimenti per le imprese e una diminuzione dei costi nella rimozione dei materiali contenenti amianto.

Allo stesso tempo viene fornito ai Tecnici del Servizio di Prevenzione e Sicurezza Luoghi di Lavoro della AUSL di Viterbo, che sono l’Organo di Vigilanza competenti per territorio, uno strumento informatico che può migliorare le possibilità di acquisire e gestire le informazioni relative alle bonifiche dei Materiali Contenenti Amianto, sia pre-cantiere (Notifiche e Piani di Lavoro, art. 250 e 256 del D.Lgs 81/2008) che post-cantiere (Relazioni art.9 L. 257/92).

I vantaggi di tale procedura (eliminazione della documentazione cartacea, semplicità e velocità nella gestione delle informazioni e nella comunicazione tra P.A. e ditte, uniformità e leggibilità dei dati ottenuti) potranno essere di grande aiuto nell'organizzazione dei controlli e nella programmazione dei passi per superare la problematica amianto in tutta la Regione Lazio.

L'applicativo rappresenta una evoluzione di quanto precedentemente progettato e sviluppato dai tecnici del CRA ed in uso nella Regione Lazio dal 2010, ed il suo valore assoluto è stato riconosciuto dal Ministero della Salute che ha incaricato e finanziato la AUSL di Viterbo per la diffusione a tutte le Regioni italiane al fine di ottenere in maniera rapida ed efficiente un quadro nazionale delle le imprese con ancora amianto presente nei processi produttivi o che svolgono attività di smaltimento o di bonifica.

La sperimentazione vede la AUSL di Viterbo quale capofila nella Regione Lazio e a livello nazionale.

Si ricorda che ai sensi dell' art. 54 del D.lgs. 81/2008 "La trasmissione di documentazione e le comunicazioni a enti o amministrazioni pubbliche, comunque previste dal presente decreto legislativo possono avvenire tramite sistemi informatizzati, nel formato e con le modalità indicati dalle strutture riceventi".

SocialNews